L'Ardito d'Italia. Storia dei reparti d'assalto

L'Ardito d'Italia. Storia dei reparti d'assalto - Paolo Volpato | Thecosgala.com Leggi il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 sul tuo smartphone. E molto altro ancora su thecosgala.com.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Paolo Volpato
DIMENSIONE
8,97 MB
NOME DEL FILE
L'Ardito d'Italia. Storia dei reparti d'assalto.pdf
ISBN
8539067649586

DESCRIZIONE

«Fra le truppe messe a mia disposizione vi era il Corpo d'armata di assalto. Io non ho mai conosciuto un organismo di guerra così formidabile, e non so se ne siano mai esistiti al mondo.» Generale Enrico Caviglia. I Reparti d'assalto sono nati nelle trincee della Grande Guerra. Gli Arditi, che ne facevano parte, hanno alimentato nel tempo polemiche, adulazioni, ripensamenti, coinvolgimenti politici, sentimenti di amore e di odio. La loro è una storia tutta italiana, che si alimenta con l'autocelebrazione, con i ricordi, spesso sbiaditi, dei superstiti, con poca documentazione ufficiale e con memorialistica più abbondante di quanto si possa credere. Attraverso gli atti ufficiali del Regio Esercito che hanno portato alla costituzione dei Reparti d'assalto e gli articoli apparsi sull'organo ufficiale della Federazione Nazionale Arditi d'Italia, «L'Ardito d'Italia», Paolo Volpato ricostruisce la loro nascita unitamente ai racconti delle tante battaglie combattute nella Grande Guerra, ma anche le motivazioni morali che spingevano gli Arditi ad andare «oltre il volontarismo», accompagnando il lettore in un mondo di non facile comprensione, ma sicuramente affascinante e coinvolgente, quanto drammatico e sanguinoso.

Reparti regalo e christmas decorations. Quella degli arditi fu una specialità dell'arma di fanteria del Regio Esercito italiano durante la prima guerra mondiale.. La specialità, costituita in autonomi reparti d'assalto, fu sciolta nel 1920.

L'ardito Roberto Roseano. Chi siamo. A cura del Pres.

LIBRI CORRELATI