Io accuso

Io accuso - Emile Zola | Thecosgala.com Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza PDF, TXT, FB2. Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza ePUB. Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza MOBI. Il libro è stato scritto il 2020. Cerca un libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza su thecosgala.com.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Emile Zola
DIMENSIONE
4,52 MB
NOME DEL FILE
Io accuso.pdf
ISBN
5882067546133

DESCRIZIONE

Nel dicembre 1894, a Parigi, il capitano Dreyfus viene condannato alla deportazione a vita: è accusato ingiustamente di tradimento, vittima dell'odio antisemita dei settori più reazionari della borghesia francese. Zola inizia a occuparsi del "caso" nell'inverno 1897 pubblicando la Lettera ai giovani, dove sostiene l'innocenza del capitano. Seguono, nell'arco di un paio d'anni, la Lettera alla Francia, il noto pamphlet J'accuse!, durissima requisitoria contro i responsabili della deportazione, e la Dichiarazione al giurì. Questi quattro documenti straordinari costeranno a Zola un temporaneo esilio consacrando però il suo nome alla storia: perché la sua è la prima, indimenticata battaglia per l'affermazione, allora e in ogni epoca, di una stampa libera.

Prodotto in collaborazione con il Reichsministerium für Volksaufklärung und Propaganda (ministero della propaganda nazista), fu presentato in concorso alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia del 1941. IO ACCUSO L'EUROPA "Io sottoscritto, privato cittadino di libero pensiero, nato in Stato libero e condotto a forza in Unione Europea, nel sessantesimo anniversario della firma dei Trattati di Roma, Accuso chi ha costruito questo modello d'Europa di essere stato mosso da pensieri di grandezza e non di fratellanza, di dominazione e non di cooperazione tra i popoli, con lo stesso disegno di ... IO ACCUSO Lettera di Emilio Zola al Presidente della Repubblica Francese, Felice Faure. (Pubblicata nel giornale l'Aurorail 16 gennajo 1898) Signor Presidente, Volete permettermi, nella mia gratitudine per la Accuso infine il primo Consiglio di Guerra di aver violato il diritto, condannando un accusato su una parte rimasta segreta, ed io accuso il secondo Consiglio di Guerra di aver coperto quest'illegalità per ordine, commettendo a sua volta il crimine giuridico di liberare consapevolmente un colpevole. Io li accuso di non averci portato alcun benessere promesso, ma solo un aumento dello squilibrio, creando benessere per pochi e malessere per molti.

19 cm. Io accuso Un film di Wolfgang Liebeneiner. Con Heidemarie Hatheyer, Paul Hartmann, Mathias Wieman, Margarete Haagen, Charlotte Thiele.

LIBRI CORRELATI