Antonio Ligabue

Antonio Ligabue - S. Parmiggiani | Thecosgala.com Leggi il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 sul tuo smartphone. E molto altro ancora su thecosgala.com.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
S. Parmiggiani
DIMENSIONE
10,29 MB
NOME DEL FILE
Antonio Ligabue.pdf
ISBN
5665307886165

DESCRIZIONE

«Antonio Ligabue viene espulso dalla Svizzera nel 1919 - era nato a Zurigo il 18 dicembre 1899; il suo approdo a Gualtieri (Reggio Emilia), paese d'origine dell'uomo che gli ha dato il proprio cognome, lo catapulta nella dura situazione di uno "straniero in terra straniera". Perduta è la patria (che mai dimenticherà, raffigurandola nei suoi paesaggi padani) e iniziato è il tempo dell'esilio: Antonio parla il tedesco, e non conosce l'italiano; per sopravvivere, fa i lavori più umili, come lo scarriolante sugli argini del Po; dorme in un capanno nella golena, in qualche stalla e fienile della zona. Lo salva l'insopprimibile volontà di essere artista: scolpisce con l'argilla che trova nei campi; disegna animali come già faceva nell'adolescenza; dipinge intensamente dopo l'incontro, nel freddissimo inverno del 1928-1929, con Marino Mazzacurati. Subisce tre ricoveri nell'istituto psichiatrico San Lazzaro di Reggio Emilia, ma sarebbe fuorviante definirlo "naif" (come a lungo si è fatto) o artista da raggruppare tra quelli segnati dalla follia: si tratta invece di un "espressionista tragico", cui si debbono opere di straordinario fascino e forza comunicativa, nelle quali convivono visionarietà e gusto decorativo. Lo testimoniano i dipinti delle lotte senza tregua tra gli animali selvaggi - trasfigurando con la fantasia fonti iconografiche quali i manuali, le figurine Liebig e le stampe popolari, e immagini acquisite attraverso la frequentazione dei circhi e della sezione naturalistica dei Musei civici di Reggio Emilia - e gli autoritratti, specchio di un disagio esistenziale e di una sofferenza cupa che non possono trovare lenimento, nei quali lui registra l'inesorabile procedere verso l'esito finale. Il suo valore di artista è a lungo non riconosciuto - è costretto a praticare per anni il baratto, cedendo le proprie opere in cambio di ciò che gli serve per vivere; solo nella seconda metà degli anni cinquanta comincia a crescere l'interesse per i suoi lavori, culminato nella mostra personale alla galleria La Barcaccia di Roma nel 1961. Ma prima la malattia, e poi la morte, battono alla porta: Antonio Ligabue muore il 27 maggio 1965». (Sandro Parmiggiani). Presentazioni di Massimo Depaoli, Giacomo Galazzo, Livia Bianchi e Luigi Emanuele Rossi.

Ligabue tenta di fuggirne e si avventura a piedi nelle campagne attorno al paese, dove si imbatte dapprima in un pescatore, poi in una fattoria in cui chiede ospitalità per la notte in cambio del proprio lavoro nella vigna. Antonio Ligabue Visioni e tormenti dall'esilio. Aggiungi.

settembre 1900 Antonio viene affidato a una coppia di svizzero-tedeschi, Elise Hanselmann e Johannes Valentin Göbel, con i quali rimarrà sino al 1919. Antonio Ligabue nasce nell'Ospedale delle donne di Zurigo e viene registrato con il cognome della madre, Elisabetta Costa, che aveva all'epoca 28 anni e abitava a Frauenfeld, nel cantone di Turgau, dove faceva l'operaia. L'esposizione, ideata e realizzata da Augusto Agosta Tota, Marzio Dall'Acqua e Vittorio Sgarbi, organizzata dal Centro Studi & Archivio Antonio Ligabue di Parma, promossa dalla Fondazione Archivio Antonio Ligabue di Parma, inserita nel calendario d'iniziative di Parma 2020 Capitale Italiana della Cultura, presenta 83 dipinti e 4 sculture di Ligabue, capaci di analizzare i temi che più ... Antonio Ligabue è un giovane stravagante che viene allontanato dalla Svizzera e, recalcitrante, giunge a Gualtieri, dove i carabinieri lo affidano ad un ospizio. Ligabue tenta di fuggirne e si avventura a piedi nelle campagne attorno al paese, dove si imbatte dapprima in un pescatore, poi in una fattoria in cui chiede ospitalità per la notte in cambio del proprio lavoro nella vigna. Antonio Ligabue Visioni e tormenti dall'esilio.

LIBRI CORRELATI