Lo spazio pubblico come palinsesto

Lo spazio pubblico come palinsesto - L. Montedoro | Thecosgala.com Siamo lieti di presentare il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza, scritto da Mauro Bonazzi. Scaricate il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 o in qualsiasi altro formato possibile su thecosgala.com.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
L. Montedoro
DIMENSIONE
9,87 MB
NOME DEL FILE
Lo spazio pubblico come palinsesto.pdf
ISBN
3724818558368

DESCRIZIONE

Sempre più di frequente lo spazio pubblico è al centro di politiche, retoriche e azioni progettuali. Sembra ormai largamente condiviso quanto, fino a una decina di anni fa, non era ancora convinzione diffusa e popolare: il sistema degli spazi pubblici è/dovrebbe essere l'armatura irrinunciabile della città, nelle nuove espansioni così come nelle sue parti consolidate o in corso di trasformazione. Tuttavia, le sfide della società contemporanea e la profonda differenza dei contesti rendono l'assunto assai più debole e ambiguo: quale spazio pubblico? Per chi? Per farci cosa? A questi interrogativi di carattere generale si sommano quelli più strettamente riferiti all'esercizio progettuale. Quali 'prestazioni', dotazioni, qualità e caratteristiche, devono garantire gli spazi aperti? Come orientare le trasformazioni nel tempo? Interpretare gli spazi pubblici esistenti come un palinsesto significa orientare lo sguardo verso quegli elementi rotti o interrotti che possono essere riconnessi tramite azioni progettuali consapevoli e coordinate. Sperimentare usi temporanei, modifiche permanenti e processi di riappropriazione/trasformazione tramite step progressivi, con esiti testabili e modellabili nel lungo periodo, consente la riconquista degli spazi aperti erosi da attività e presenze (come il traffico veicolare e la sosta delle automobili) che possono comprometterne la qualità e la funzione. Sottrarre il disegno degli spazi aperti alla frammentazione, non priva di contraddizioni visibili nei processi e ben riconoscibile negli assetti fisici, esito anche dell'estrema settorialità amministrativa e della gestione, appare un obiettivo prioritario. Per contrapporre il valore della continuità (dei percorsi, dei suoli, della sequenza di spazi) occorre affiancare gli strumenti normativi più tradizionali, spesso rigidi, con visioni auspicabili e orientamenti praticabili nel tempo lungo della città: strumenti intermedi, tra piano e progetto, come le linee guida, la cui natura non è codificata ma oggetto, essa stessa, di ricerca e di sperimentazione. Attraverso la raccolta delle voci di diversi esperti e il racconto di un'esperienza sul campo, il libro offre un contributo al dibattito sul tema e si propone come occasione di riflessione per i progettisti, per gli amministratori e per i cittadini.

Clicca sull'immagine per scaricare il poster Oltre al convegno, il 12 maggio presso lo Spazio Arte in via Maestri del Lavoro 1, una serata di musica con Adriano Sangineto e la sua " Arpa creativa ". Spazio nuovo dedicato ai Dj e alla musica alternativa. Capitanato dal grande DJ Gino Latino, gia' autore della compilation del sabato delle 10 brani piu' suonati nelle classifiche italiane e uk.

L'occasione è la riqualificazione di un'area ai margini del contesto e dell'ambito sociale. Il proposito quello di creare… Gradualmente lo spazio pubblico ha visto peggiorare le proprie condizioni di accessibilità e fruibilità e, non rispondendo più alle esigenze del vivere contemporaneo e nelle mani di un'Amministrazione e di una società in crisi, è stato sempre più abbandonato a sé stesso e al degrado urbano: da fulcro della vita collettiva è diventato ... C'è chi entra e c'è chi esce, accade ogni anno inevitabilmente con dubbi e polemiche.

LIBRI CORRELATI